Archivi categoria: Sesto giorno

Giovedì: la lettera

Quella mattina lo scuotimento del treno che mi portava a Piazzale Flaminio cercava in tutti i modi di infierire sulla mia mente obnubilata da una notte passata insonne. Avevo comprato il giornale poco prima di partire, perché attratto dal titolo … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Bruno, Bruno: sesto giorno, Sesto giorno | Contrassegnato , , , | 57 commenti

Giovedì MOMENTO MAGICO

Ed invece mi avevano cercato e trovato, rannicchiato all’ombra protettiva della garitta, impaurito, tremante e frignante come un moccioso. Non serviva la palla di vetro per capire che sarei diventato lo zimbello del liceo classico Vittorio Alfieri di Torino, cosa … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Kettyblue, Kettyblue: sesto giorno, Sesto giorno | 1 commento

Venerdì : L’imponderabile è dietro l’angolo

Sono quasi le cinque del mattino. Dovrei andare. Dormire. Lavorare, non starmene qua come un pinguino incravattato. Ad aspettare chi? Cosa ci faccio qui? Che diavolo ci faccio qui? Non posso credere che sono io, che me ne sto qua, … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Martina, Martina: sesto giorno, Sesto giorno | 9 commenti

sabato: la risposta

Quando apro gli occhi, mi accorgo del mio stato. Le lenzuola sono fradice di sudore, aggrovigliate come se avessi lottato tutta la notte con il diavolo. Devo sicuramente aver avuto incubi, svaniti al mio risveglio. Provo a pensare ma, la … Continua a leggere

Vota:

Pubblicato in Gabriarte, Gabriarte: sesto giorno, Sesto giorno | 26 commenti