Regolamento


– VINCOLI NARRATIVI –

I partecipanti dovranno sviluppare un racconto/romanzo basandosi sulla trama data, chiamata Sette giorni, secondo le seguenti indicazioni:

  1. Lo sviluppo della narrazione dovrà avvenire in un arco temporale di sette giorni consecutivi.
  2. Il giorno iniziale può essere qualsiasi giorno della settimana.
  3. Ogni capitolo dovrà coprire l’arco temporale di una intera giornata e solo di quella.
  4. La narrazione dovrà avvenire esclusivamente in prima persona da parte del protagonista.
  5. L’autore dovrà forzatamente inserire i personaggi qui indicati:
    • Brunoil protagonista narrante.
    • Chiaraoggetto delle attenzioni di Bruno.
    • Francala migliore amica di Chiara. Bella ragazza che tende a tenerla sotto la sua ala protettrice
    • Gianniil fidanzato di Franca. Tipo burbero col quale è meglio non avere discussioni.
    • Michelel’amico di Bruno, mai presente sulla scena.
    • Francescoantagonista di Bruno in senso caratteriale. I due non legano.
  6. L’autore potrà, se lo ritiene, inserire altri personaggi secondari, purché non finiscano per prevalere su quelli già indicati al punto precedente.
    Nota: tutti i personaggi del punto precedente  fanno parte dello stesso ambiente e si conoscono tutti tra di loro.
  7. L’ambientazione e il periodo storico sono a libera scelta.
  8. Il protagonista potrà muoversi liberamente, ma l’interazione tra i personaggi non potrà avvenire fuori dall’ambientazione prescelta.
    Nota: Uscire in strada per andare a farsi assieme un panino durante l’ora di mensa (o quel che è) non è da considerarsi “fuori ambientazione”. Diversamente incontrarsi al cinema è “fuori ambientazione”, così come telefonarsi a casa.

– MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE –

La partecipazione, libera e gratuita, si svolge con le seguenti modalità:

  1. I partecipanti devono richiedere l’iscrizione inviando una e-mail cliccando direttamente sul seguente link: Sette giorni – Il racconto della trama . Oppure inviando on-line una e-mail a bertibruno@hotmail.com con oggetto (obbligatorio): Il racconto della trama. Indicando il proprio nickname di accesso a wordpress, la e-mail utilizzata per l’iscrizione a wordpress e l’indirizzo del proprio blog su wordpress
  2. L’iscrizione non è in alcun modo impegnativa, ma serve solo per permettere l’accesso in scrittura al blog.
  3. A seguito della iscrizione a ciascun partecipante verrà dato l’accesso al blog per l’inserimento dei propri capitoli.
  4. Per ogni partecipante verrà creata, per ogni giornata di narrazione, una categoria di appartenenza utilizzando il nickname indicato.
  5. I partecipanti possono scrivere tutti i capitoli previsti dalla narrazione nell’ordine che riterranno opportuno. Questo significa che possono iniziare anche dall’ultimo, se questo li ispira di più.
  6. I partecipanti sono invitati a pubblicare i capitoli mano a mano che vengono terminati per dar modo di poterli commentare.
  7. Chi non si sente sicuro di poter scrivere tutto il romanzo può scrivere anche solo un capitolo (o più) a scelta, a titolo sperimentale, da esporre all’attenzione degli altri autori. Se, fatta questa scelta, intende proseguire nella narrazione sarà obbligatorio seguire il percorso narrativo espresso nel capitolo già pubblicato. In parole povere non è concesso scrivere più volte lo stesso capitolo, o scrivere altri capitoli con personaggi o ambientazioni cambiati.
  8. Potrà scrivere una nuova variante del racconto solo chi lo ha già terminato e si annoia a non scrivere più.
  9. I capitoli dovranno essere pubblicati esclusivamente come articoli, secondo le modalità di WordPress. Non vanno utilizzate le pagine.
  10. Non ci sono limiti alla lunghezza dei capitoli. Anche se i capitoli sono solo sette, l’idea di fondo è scrivere un romanzo.
  11. Il titolo del capitolo dovrà contenere obbligatoriamente il giorno della settimana a cui si riferisce ed, eventualmente un sottotitolo (es. Sabato: l’incontro mancato). Non vanno utilizzate come titolo le categorie già definite (Primo giorno, Secondo giorno, ecc…)
  12. Il titolo del capitolo va inserito esclusivamente nel titolo del post e non nell’area di testo.
  13. La forma di scrittura è libera. Racconto, romanzo, poema, testo teatrale, diario o novella sono accettati.
  14. Gli autori potranno scrivere i propri testi sotto forma di bozze, direttamente nel blog, prima della pubblicazione.
  15. Al momento della pubblicazione dovranno essere assegnate sempre la categoria di appartenenza e quella del giorno della narrazione (es: Primo giorno->Nickname primo giorno, Secondo giorno->Nickname secondo giorno, ecc…). E’ obbligatorio assegnare entrambe le categorie (giorno e nickname per quel giorno)
  16. Per chi decidesse di scrivere solo capitoli sparsi, senza garanzia di terminare il racconto, deve assegnare anche la apposita categoria Incompiuto, oltre al giorno e al nickname.
  17. Gli autori, dopo la pubblicazione, potranno ancora apportare correzioni o modifiche al proprio testo, anche a seguito delle critiche o dei suggerimenti dei lettori.
  18. Chiunque può commentare i capitoli via via pubblicati (anche gli stessi partecipanti), purché nel rispetto degli autori. E’ possibile anche esprimere un giudizio di merito per ogni capitolo pubblicato col sistema del rating a stelline, presente in coda ad ogni post, o col pulsante Mi piace.
  19. Essendo il blog anche un luogo di incontro, gli autori potranno pubblicare anche post diversi dai capitoli, dove potranno dare suggerimenti o trattare argomenti o approfondimenti inerenti gli aspetti del romanzo (variazioni sul tema, stereotipi femminili e maschili, scrittura, lettura, caratterizzazioni dei personaggi, esempi letterari, iniziative similari, ecc…). Qualunque cosa che possa stimolare il dibattito sul tema. In questo caso dovrà essere assegnata esclusivamente la categoria Stimoli.
  20. L’iscrizione a questo blog è a vita, a meno che non venga richiesta esplicitamente la cancellazione dalla lista degli autori o, per cause di forza maggiore, il blog stesso non venga chiuso.

– ADESIONE –

L’adesione alla iniziativa comporta l’accettazione dei seguenti punti:

  1. L’autore è responsabile unico di quanto scritto, sia nel contenuto che nella forma.
  2. Qualora l’autore decidesse di interrompere la propria partecipazione, è lasciata alla sua discrezionalità se cancellare o meno il proprio testo, ma farebbe cosa gradita agli altri partecipanti se decidesse di lasciarlo come contributo.
  3. La struttura, l’idea ed il contenuto, così come espressi in questo blog, restano di proprietà del blog Sette giorni che si impegna a mantenerli on-line a tempo indeterminato e con la migliore configurazione possibile per una agevole lettura.
  4. Non è permesso copiare o diffondere con qualunque mezzo il contenuto, anche parziale di questo blog, senza prima aver chiesto ed ottenuta l’autorizzazione di chi organizza e di tutti gli autori coinvolti.
  5. L’autore resta il proprietario intellettuale del proprio racconto. Lo potrà diffondere sul proprio blog o su altri mezzi con l’unico limite della citazione a questa iniziativa ed a questo blog, anche se avesse deciso di cancellarlo e non partecipare oltre.

Aggiornato il 4 marzo 2011

Annunci

25 risposte a Regolamento

  1. arielisolabella ha detto:

    Bruno ho un problema non riesco a mandare email da tempo !hotmail continua a dirmi questo “Aggiorna la finestra del browser. Se accedi al tuo account Windows Live Hotmail da più computer, ti chiediamo di accedere nuovamente per aiutarci a mantenere il tuo account riservato e protetto”e non mi lascia altro che ricevere !!come faccio ad iscrivermi sigh…………

  2. Martina ha detto:

    non ce la posso fare a scrivere in prima persona e chiamarmi pure Bruno!!:-S

  3. Martina ha detto:

    forse no… anche tu devi avere coraggio delle tue azioni!
    mandami il link o un indirizzo dove dovrei spedire la posta…perchè io nn ho outlook quindi mi va tutto in pappa e ciccia!
    a meno che nn mi dai l indirizzo di casa tua e spedisco il cartaceo scritto con inchiostro e calamaio!
    kyz

    • Bruno ha detto:

      L’e-mail serve solo per l’iscrizione e non c’è bisogno di outlook, tutti forniscono il servizio anche on-line. Poi a fare il miracolo ci pensa wordpress 😉

  4. gabriarte ha detto:

    sono sempre una pasticciona e lo riconosco non sono sicura se ti è arrivata l’email e nell’inserire il nuovo banner ho cancellato il vecchio chissà cosa combinerò andando avanti ma devi considerare di portare pazienza in questa nuova avvettura ricordati che è la virtù dei forti ciaooooooo

  5. Martina ha detto:

    ma come si fa a introdurre Michele se non deve essere mai sulla scena!!?? se non si può uscire dall ‘ambito della scena ! se non si può neppure andare a comperare le sigarette per incontrare Michele!?
    e poi io nn fumo!
    mah

    • Bruno ha detto:

      Oh, finalmente qualcuno che ha recepito le mie esigenze.
      Ho provveduto ad aggiungere un paio di note esplicative al regolamento che tengono conto delle tue osservazioni. Naturalmente non ti aspetterai che in cambio risponda alle tue domande, vero? 😉

  6. Martina ha detto:

    Bruno…ma la nota al punto 8 c’ era già?…
    sta cosa dell andare in mensa mi ha angosciata per 20 gg!!
    compreso l ultimo commento che ti ho lasciato nel primo capitolo:-(
    e sò distratta…

    • Bruno ha detto:

      La nota del punto 8 l’ho modificata un po’ per cercare di chiarire meglio il concetto. La mensa fa parte dell’ambientazione, ma una cena no, per esempio. A meno che non sia una cena di lavoro. Per semplificare: se c’è un orario di lavoro, tutto deve avvenire in quell’orario, ma parliamo solo di interazione tra i personaggi. Il protagonista, da solo puo fare ciò che vuole e andare dove vuole e quando vuole.

      • Doriana ha detto:

        Avevo un dubbio sul regolamento (che ora mi rendo conto avrei dovuto pubblicare qui e invece l’ho fatto sotto il racconto di Martina, sorry!)
        Credo che questo tuo commento mi abbia un po’ chiarito le idee, anche se preferirei che tu leggessi quello che ho scritto e mi rispondessi nel merito…..per semplificare lo riporto anche qui:

        Io ho un po’ un frullato in testa…..avevo pensato ad una ambinetazione, poi stamattina si è accesa una lampadina in una stanza completamente diversa….mah, chissà come andrà a finire, temo che non lo saprò finché non inizierò a scrivere e la storia prenderà corpo.
        Ho dei dubbi sul fatto che la mia ambinetazione possa essere fuori contesto, e non so bene da che parte chiedere lumi…..forse qui è opportuno o forse dovrei aprire un post a parte….non l’ho capito…. 😥
        Provo qui.
        La mi ambientazione è (vorrebbe essere ) compleatamente virtuale. Un blog, un forum, facebook….devo capire ancora bene quale si adatti meglio. Il concetto è però che il filo della narrazione e dei rapporti si sviluppa tutta sul web. In questo caso, credo di essere rimasta all’interno del regolamento.
        Il punto è però che il personaggio principale ha anche una vita all’esterno di internet, seppure limitata, che secondo me lo caratterizza e rende più comprensibile (almeno ai miei occhi) la sua natura introversa. Questo mi porterebbe fuori regolamento? Fargli spegnere il pc e, per esempio, farlo uscire di casa per una corsa in bici, una doccia o una seduta di trekking solitario, infuirebbe sulla trama? A mio parere no perché il fulcro della storia e il luogo dove si dipana la vicenda è il web e il resto è un corollario, ma prima vorrei sentire la vostra opinione, e soprattutto quella del Riverito Amministratore 😀

  7. Martina ha detto:

    ahhhhh ecco…distratta 2 volte!

  8. Bruno ha detto:

    Ribadisco il punto sul problema della ambientazione. Si deve fare attenzione solo all’interazione tra i personaggi, che non può essere fuori ambientazione, ma il protagonista quando è solo può fare tutto ciò che vuole e frequentare anche figure non influenti sulla narrazione. Può dire buonanotte al tassista, purché il tassista non diventi il suo confidente nella storia. Può scambiare una battuta col giornalaio, ma il giornalaio non deve essere parente di uno dei personaggi coinvolti. Cose così. Se intendete inserire un nuovo personaggio, lo potete fare, purché come detto non diventi preponderante sugli altri già definiti e rimanga anche lui nell’ambientazione.
    Se l’ambientazione è solo virtuale, rimane valida, ma tale deve restare fino alla fine. In un eventuale happy end i due protagonisti non potrebbero incontrarsi fisicamente. 😦

  9. Martina ha detto:

    Doriana, diciamo che è in una traccia che sembra semplice, il parlare in prima persona e poi fare deviazioni per dare una vita al personaggio diventa complicato. Il fatto poi che il personaggio entri in un mondo virtuale è bellissimo ed è una bella sfida.
    Certo come dice Bruno i due protagonisti nn potrebbero incontrarsi fisicamente ma lui potrebbe cambiare i suoi ristretti punti di vista e prepararsi a spegnere il pc per proporsi in vesti meno ciniche e più sincere…pronto per una vita reale…pià reale!
    Doriana immagino nn abbia il blog su w.p. e quindi spero di aver risposto nel posto giusto….qui è un casino!
    Baci!

  10. Bruno ha detto:

    Ho fatto una piccola modifica al punto 5 della seconda parte, dove vengono descritti i personaggi. Michele era descritto come “poco informato e mai presente sulla scena”. Praticamente non serviva a nulla, perciò ho tolto il “poco informato”.

  11. arielisolabella ha detto:

    scusa Bruno forse la risposta e’gia’nel regolamento ma te la faccio lo stesso…
    la trama cosi’come stabilita si puo’intrecciare con un althe so uno scherzra?senza alterarla si capisce ..che so uno scherzo una ricerca ecc…^^^^????boh!!!^_^

    • Bruno ha detto:

      Non so se ho capito (anche perché la tastiera ti ha mangiato un po’ di lettere), però direi di no. Questo è il racconto di una trama prefissata, non si può inventarne un’altra. Si possono inventare situazioni minori che coinvolgono il protagonista, ma solo al di fuori dell’ambientazione. Situazioni che comunque non devono interessare gli altri personaggi.
      Adesso vado a cercare il significato di gagno 👿

  12. arielisolabella ha detto:

    scusa il pessimo italiano!!!..non me ne sono accorta…beh gagno vuol dire boccia no???^_^ ihihihih…

  13. arielisolabella ha detto:

    vuol dire ragazzooo!!!!!in biellese misto vercellese misto bohh???

  14. Martina ha detto:

    dai su un po’ di stimoli in questo blog!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...